Costolette di agnello cotte a bassa temperatura al mirto di Sardegna

Hai presente il gusto forte dell’agnello? Dimenticatelo in questo piatto! Il mirto la fa da padrone con il suo profumo e la nota dolce che regala riducendosi, in più, la cottura a bassa temperatura rende la carne tenera che manco ti sembrerà di mangiare agnello.

INGREDIENTI: costolette di agnello, mirto di Sardegna, sale, pepe, olio evo.

La preparazione inizia il giorno prima. In una busta adatta alla cottura a bassa temperatura, metti sottovuoto le costolette d’agnello (massaggiate con sale e pepe) e il mirto di Sardegna. Lasciale marinare almeno per 12 ore, poi procedi con la cottura a bassa temperatura: 56° per 4 ore. Passate le 4 ore, estrai le costolette ed elimina tutto il liquido che si è formato dentro. Metti una padella sul fuoco e lascia che diventi rovente, nel frattempo, in un pentolino versa del mirto e fallo bollire fino a che inizia a prendere spessore. Tampona le costolette con carta assorbente ed ungile con olio evo. Quando la padella è ben calda, poggiaci sopra le costolette e lascia che la reazione di Maillard (la famosa crosticina) si completi con successo. Terminata la rosolatura, sposta le costolette nel piatto e versaci sopra la riduzione di mirto. Apparecchia pure, ma fidati.. questo è un piatto da gustarsi A MANI NUDE!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *