Rifugio Carlo Porta

Via Carlo Porta 4, Abbadia lariano (LC)

Arriviamo al rifugio dopo due ore e mezza di camminata tra sentieri con pendenze che mettono a dura prova la mia pessima forma fisica. A fatica ce la faccio però! Il rifugio si presenta molto bene, ci fanno sedere subito e finalmente si ordina. Il menù è corto -cosa molto gradita-, come antipasto le proposte sono due: tagliere misto di salumi o tagliere con lardo e castagne. Il resto del menù è così composto: pizzoccheri, gnocchi con fonduta di formaggio, lasagna radicchio e scamorza, zuppa di lenticchie, stinco di porco, polenta concia (con formaggio per i non-polentoni) e polenta con carbonada (spezzatino di manzo cotto nel vino). Sotto al mio naso arriva tagliere misto + lardo e castagne e pizzoccheri. Finisco tutto senza troppi problemi. Trovandomi in un rifugio ad oltre 1400 mt il mio stomaco si aspettava qualcosa di più, sia a livello di porzioni, sia di sapori. Siamo in quattro e spendiamo 21 euro a testa per un tagliere misto per quattro, un piatto a testa, un litro di vino, un litro d’acqua, due birre ed un dolce.

FacebookFacebook

FacebookinstagramFacebookinstagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *